Google
 

lunedì 18 maggio 2009

"Uscire dal piano orizzontale della realtà": Mario Giacomelli in mostra a 'Marcheshire Art'

Fonte: Marcheshire

Uno scontro frontale con il reale, in uno sdoppiamento tra linguaggio e realtà, forma e fantasia. Dove i flussi dell'immaginazione si allargano in un'ispirazione. Il linguaggio diventa l'ambiente entro cui l'immagine respira. Ho una visione dei tempi ove mi sento dentro, ho la certezza del mio essere inerte, c'è come uno smarrimento. L'immagine è un prodotto di una forza interiore senza volto che esplode dentro lo spazio. Cambio la realtà per dare un senso al soggetto. Scompongo e ricompongo per significare.
(Mario Giacomelli)



Questa riflessione rimasta finora inedita tra i manoscritti conservati nell’archivio Mario Giacomelli, è il punto di partenza della straordinaria esposizione con cui il 24 maggio 2009 si inaugura ufficialmente MARCHESHIRE ART, galleria d’arte di Senigallia che apre le porte al pubblico contestualmente a Marcheshire Gourmet. Una esposizione unica e prestigiosa di inediti, vintage, rare foto a colori, manoscritti di Mario Giacomelli curata da Katiuscia Biondi, giovane artista e nipote del grande fotografo, nonché direttrice dell'Archivio Mario Giacomelli-Sassoferrato di proprietà dell'erede Rita Giacomelli.

La mostra comprende 50 foto e ha come titolo un’altra riflessione tratta dai manoscritti dello stesso fotografo, ovvero “USCIRE DAL PIANO ORIZZONTALE DELLA REALTÀ”.
L’intento è di far emergere l’artista come uomo del suo tempo, a contatto con le problematiche del Novecento tra interrogativi esistenziali e risposte artistiche. Regalare cioè un inconsueto sguardo sul grande fotografo, dentro lo smarrimento della creazione prima del racconto fotografico compiuto, nella forza e nella fragilità di un’anima alla ricerca del senso delle cose, in continuo confronto con l’Altro inafferrabile che pure abita lo spazio interiore come quello sociale. L’evento inaugurale di Marcheshire Art farà dunque la gioia di collezionisti, appassionati, cultori o semplici ammiratori e curiosi. Se c’è un nome su tutti che oggi fa onore alle “Marche d’autore” promosse dal progetto Marcheshire, è quello di Mario Giacomelli, magnifico fotografo di Senigallia che ha saputo volare tanto alto da segnare il Novecento dell’arte e della fotografia internazionale, superando i confini regionali in cui decise di vivere e lavorare.

La scelta di restare a Senigallia nonostante le porte aperte dai riconoscimenti, l’impareggiabile maestria e poesia con cui ha ritratto la bellezza delle Marche e non soltanto, in tutte le sue forme più toccanti e senza compiacimento, fanno di Mario Giacomelli un emblema di questo territorio magico, discreto e eccezionale. Per questo, a lui è dedicato l’evento con cui MARCHESHIRE ART intraprende il suo percorso pubblico. Marcheshire Art è la galleria stabile di riferimento per l’opera di Giacomelli, un punto dove poterne ammirare e acquistare gli scatti, avendo a disposizione una collezione tra le più ampie in vendita. Oltre che per omaggiare Giacomelli portandone avanti l’eredità di sguardo, la galleria Marcheshire Art nasce per dare spazio alla migliore creatività e al talento di artisti marchigiani noti e meno noti, affermati o emergenti. Marcheshire Art è infatti il filo del racconto dell’eccellenza marchigiana legato esclusivamente all’arte, nell’ambito di “Marcheshire. Marche d’autore”, la prima esperienza a 360 gradi e 365 giorni all’anno della qualità di una regione.

Luogo di riferimento sul territorio insieme con il punto Gourmet (in via F.lli Bandiera, 37), Marcheshire Art è ospitato nei nuovi spazi della storica galleria “AreArte” in via F.lli Bandiera, 34, trasferitasi appositamente per aderire e dar corpo a Marcheshire. Due punti riconoscibili e facilmente accessibili in cui incontrare e fare esperienza delle migliori espressioni del genio marchigiano, i prodotti delle Marche d’autore che Marcheshire promuove e valorizza.

Gli orari di apertura di Marcheshire Art in via F.lli Bandiera, 34 a Senigallia sono: tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 20.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento