Google
 

venerdì 29 gennaio 2010

"Ai confini del reale" di Walter Ferro

Segnalo alcune interessanti fotografie dell'amico Walter Ferro, apparse sul blog del Gruppo Fotografico Ostra.
Le immagini fanno parte di una serie dal titolo "Ai confini del reale"; lo stile è inconfondibile, come sempre.
Fateci un salto, ne vale la pena! ;-)

"AI CONFINI DEL REALE" di Walter Ferro

giovedì 28 gennaio 2010

il Circolo Fotografico MicroMosso inaugura il suo blog

Vi segnaliamo una nuova iniziativa che consiste in un ulteriore spazio espositivo per i nostri utenti, una sorta di "personale" on line.
Questo spazio, per adesso, sarà a disposizione dei soli soci sostenitori ma aperto a tutti per la lettura e consiste in una breve nota biografica dell'autore con alcune foto più rappresentative...


E' annunciata con queste parole, sul forum del sito, la nascita di un ulteriore servizio a disposizione degli utenti del Circolo Fotografico MicroMosso: un blog da dedicare a spazio espositivo dei soci sostenitori, una vetrina dove esporre i propri lavori, ma sarà anche una bacheca dove annunciare le iniziative del circolo, i contest, le mostre, ecc...

Se siete appassionati di fotografia, vi lascio un consiglio: sottoscrivete il feed RSS per tenere d'occhio le novità (io l'ho già fatto!).

lunedì 25 gennaio 2010

Fotografi nel web #104: Fabrizia Milia



Fabrizia Milia: chi è?
Una bozza. Ancora non è. Ma mi sto impegnando per farla diventare, perché ho sempre pensato e detto: "O si diventa o si smette d'essere".

Quando hai iniziato a fotografare?
Quando mi sono accorta che avrei potuto Creare da sola immagini gradevoli per me stessa, vedendo la marea di Stupende foto nel web. Ovvero, circa due anni fa.

Quale genere ti piace maggiormente fotografare?
Ritratto, senza ombra di dubbio. [...]


L'intervista continua su Fotografi nel Web




mercoledì 20 gennaio 2010

"Vintage Wedding Party": il mio reportage sul blog "Sì, lo voglio!"

La ricetta per un matrimonio perfetto?
Seguire i desideri e la personalità degli sposi, aggiungere un pizzico di bon ton e buon gusto, una spruzzata di ironia e il gioco è fatto!

E' questo il motto di "Sì, lo voglio!", l'interessante blog dedicato ai matrimoni che oggi dedica un articolo al mio reportage fotografico "Vintage Wedding Party", il matrimonio in stile anni '40 di Stefano & Caterina già apparso su queste pagine qui, qui e qui.

Allora!... siete ancora qua? cosa aspettate a farci una visita? ;-)

Canon EOS 50D - Tamron 17-50 F/2.8 XR Di II
1/50 - F2.8 - ISO1.250 @ 50 mm.

martedì 19 gennaio 2010

lunedì 18 gennaio 2010

Fotografi nel web #103: Giuseppe Bartuccio



Giuseppe Bartuccio: chi è?
48 anni, nato all’estero da genitori siciliani, la fotografia è stata professione per diventare poi passione e liberarsi da vincoli che rischiavano di ingabbiarla in stereotipi nei quali non mi riconoscevo. Oggi ho la libertà di scegliere ed esprimermi: una fortuna per chi, come me, ama "disegnare con la luce". Collaboro con alcuni professionisti curando la post-produzione (Photoshop).

Quando hai iniziato a fotografare?
Mi sono avvicinato alla fotografia nei primi anni ’80, ma attraverso la stampa. Ho avuto così modo di affinare, grazie al lavoro in camera oscura (stampavo a colori con un Durst 805 e bacinelle riscaldate auto-costruite!), il gusto per l’inquadratura e la composizione, e, cosa più importante, a "capire" la luce.

Quale genere ti piace maggiormente fotografare?
Sicuramente il reportage è la forma di fotografia che più mi attrae. [...]


L'intervista continua su Fotografi nel Web



giovedì 14 gennaio 2010

"La pietra sacra" di Clive Cussler & Craig Dirgo: impressioni a caldo

Clive Cussler con Craig Dirgo - "LA PIETRA SACRA"

Groenlandia, cinquantamila anni fa: un meteorite radioattivo colpisce la Terra. I primi uomini a ritrovarlo sono i vichinghi di Erik il Rosso, intorno al Mille dopo Cristo, stregati dalla sfera dalla superficie fredda e levigata, i cui effetti letali non tardano a manifestarsi... Sepolto in una caverna fino ai giorni nostri, viene riportato alla luce, insieme al suo impalpabile veleno, da un archeologo. Nel caotico contesto internazionale, una scoperta del genere può trasformarsi nell’occasione attesa da una cellula terroristica per costruire una «bomba sporca», o da un folle miliardario che persegue un perverso disegno di vendetta. Le agenzie di intelligence sono in allarme; e il gruppo di ex appartenenti alle forze speciali guidato dal capitano Juan Cabrillo è la risposta migliore a una minaccia di questa portata. La Corporation deve muoversi, subito, rapida, determinata, pronta a tutto: la posta in gioco è troppo alta.

Titolo originale: Sacred Stone, 2004
2009, 456 pagine, € 8,90
Traduzione di Manuela Frassi
Casa Editrice Tea (collana TeaDue)

Il thriller avventuroso "La pietra sacra" (Sacred Stone, 2004) è il secondo episodio della saga "Oregon - Juan Cabrillo", scritto a quattro mani da Clive Cussler e Craig Dirgo.
La nuova avventura della Corporation mantiene inalterato il ritmo e la confusione causati dalla freneticità degli eventi che avevano caratterizzato il primo libro ("L'oro dei Lama") [...]


...continua la lettura su Replay Books

martedì 12 gennaio 2010

Fotografi nel web #102: Giovanni Iannaccio



Giovanni Iannaccio: chi è?
Credo che "fotoamatore dilettante" sia la definizione che mi si addica di più. Nella vita insegno inglese in un liceo.

Quando hai iniziato a fotografare?
A dire la verità mi son sempre trastullato con una serie di macchinette fotografiche, usa e getta e altri modelli, come ad esempio una Kodak ultrapiatta che mi avevano regalato i miei parenti in Canada ma che non ha avuto fortuna in Italia, per cui diciamo che fotografo da sempre. Se parliamo di consapevolezza, però, allora diciamo che ho iniziato con le fotocamere digitali: dapprima le compattine, vari modelli, e poi con quella che da qualche anno mi accompagna nelle mie avventure.

Quale genere ti piace maggiormente fotografare?
I generi che preferisco sono: paesaggio, natura (con tralicci e pali!) e street. Il ritratto resta invece un territorio ancora quasi per nulla esplorato. [...]


L'intervista continua su Fotografi nel Web

venerdì 8 gennaio 2010

un mio portfolio su "Le Cento Città"

Su "Le Cento Città" n°39/2009, il periodico quadrimestrale de Le Cento Città, Associazione per le Marche, ci sono ben quattro paginette dedicate al sottoscritto: un portfolio con intervista dal titolo "Note di velluto, Libero Api".

Fa davvero un gran bell'effetto vedere le proprie immagini su carta patinata rilegata in un elegante fascicolo; ringrazio per questa "vetrina" colui che mi ha proposto l'intervista, nella persona del direttore responsabile Edoardo Danieli.

Ecco le scansioni...




"Dove va la fotografia?... nel 2010" di Enzo Carli

Fonte: VivereSenigallia del 08/01/2010

Immagino che come accade per chi sente o legge l’oroscopo (molti), qualche fotoamatore sarà curioso di sapere se si potrà prevedere un futuro (immediato) per la fotografia; forse nella serendipità degli eventi, utilizzando la sua memoria storica e tracciando un bilancio di come si è mossa la fotografia (e non solo negli ultimi tempi), alla luce delle nuove ed incalzanti tecnologie( per esempi tra l’analogico e il digitale) potremmo azzardare una direzione per il 2010.(In realtà non abbiamo la pretesa di essere così veggenti e se lo fossimo saremmo più occupati con le lotterie).

E’ però certo che, come sempre, la fotografia nel 2010 andrà con le idee degli uomini. Come ho già avuto occasione di scrivere la fotografia ha la funzione di aiutarci a superare l’angoscia provocata dal fluire del tempo, sia come sostituzione magica di qualcosa che il tempo annulla, sia registrando le pause della memoria, evocando momenti e situazioni ormai perse che suscitano l’illusione di vincere il potere distruttivo del tempo. La fotografia è immaginazione, pretesto per un percorso interiore ma anche percezione e certamente analogia del reale e quindi come succedanea della realtà fornisce il punto sulla visione sociale, sui miti e sulle angosce, sui mali e sulle bellezze di questo mondo.(Quante immagini della società ci implicheranno!) La fotografia può essere tutto: creazione, ispirazione, estro, poesia, partecipazione, estemporaneità, emozione, conoscenza.

Si sperimentano più direzioni di ricerca nelle arti visive contemporanee e la fotografia ha, nella società dell’immagine una parte preminente; contestualmente per il proprio paradosso è nello stesso istante, esanime. Un momento prima e uno dopo, tracciano un movimento. Le immagini anche se appaiono ferme sono sempre in movimento, camminano con noi e vivono un po’ anche per gli altri. La fotografia e forse solo lei, ha il potere di evocare il tempo a volte passato ma a volte un tempo indefinito, certamente quello delle nostre storie e passioni. La fotografia può essere tutto o niente: non ci interessa in questa sede parlare di belle, buone o brutte fotografie ma è niente quando ci si dimentica della sua funzione, del suo linguaggio, della sua capacità espressiva ed estetica (ritorniamo alla forma e al contenuto) e si utilizza per altre questioni. Le immagini sono in movimento ed incontrano sempre più spettatori senza un proprio territorio, dentro un apparente universalismo caratterizzato da un’esuberanza di culture e una miriade di simboli.

La nostra formazione e conoscenza è in permanente movimento ed ogni identità ma anche ogni immagine va cercata in questo continuo rinnovamento. Questo è il segnale che voglio mandare agli amici e ben venga se qualcuno, al termine di queste brevi riflessioni, potrebbe avere avuto una felice intuizione. Anche se i segnali non sono poi così entusiasmanti, speriamo che questo sia un buon anno; per realizzare tutte le cose che abbiamo a cuore e ancora per migliorare questo mondo che ne ha proprio bisogno.
I miei più cari auguri a Voi tutti e buone fotografie.

Enzo Carli

Fotografi nel web #101: Michele Brancati



Michele Brancati: chi è?
Sono nato a Reggio Calabria ma vivo a Bologna da circa 10 anni.

Quando hai iniziato a fotografare?
Divento fotografo per caso, durante una lezione di fotografia all'università nel 2002, rimango affascinato dalle immagini di Diane Arbus e da quel giorno sono sempre con la macchina al collo, è diventata parte di me.

Quale genere ti piace maggiormente fotografare?
Il mio genere è la street-photography e il reportage, anche se amo fotografare eventi musicali jazz. [...]


L'intervista continua su Fotografi nel Web

giovedì 7 gennaio 2010

"Timeline" (il film): impressioni a caldo

Timeline - Ai confini del tempo

Titolo originale: Timeline
Paese: USA
Anno: 2003
Durata: 116 min
Genere: fantascienza, avventura
Regia: Richard Donner
Soggetto: Michael Crichton
Sceneggiatura: Jeff Maguire, George Nolfi
Produttore: Richard Donner
Produttore esecutivo: Gary Levinsohn

Interpreti e personaggi
Paul Walker: Chris Johnston
Frances O'Connor: Kate Ericson
Gerard Butler: Andre Marek
Billy Connolly: Prof. Edward A. Johnston
David Thewlis: Robert Doniger
Anna Friel: Lady Claire
Neal McDonough: Frank Gordon
Matt Craven: Steven Kramer
Ethan Embry: Josh Stern
Michael Sheen: Lord Oliver de Vannes
Lambert Wilson: Lord Arnaut de Cervole
Marton Csokas: Sir William De Kere/William Decker

Fotografia: Caleb Deschanel
Montaggio: Richard Marks
Musiche: Brian Tyler


Pochi giorni fa avevo pubblicato su queste pagine la recensione di "Timeline", un romanzo di Michael Crichton del 1999 che mi aveva appassionato non poco, e dal momento che questo racconto, nel 2003, è anche diventato un film diretto da Richard Donner, non potevo perdermelo! [...]


Continua la lettura su Replay Books




foto © Philippe Bosse - 2003

martedì 5 gennaio 2010

“New Year’s Eve Jamboree”: un 2010 a ritmo di R'n'R!

Una serata a ritmo di Rock'n'Roll, in compagnia di ballerini, rockers e pin-up giunti da tutta Italia per festeggiare il 2010 con le magiche atmosfere dei favolosi anni '40 e '50, è quanto di meglio si possa desiderare per iniziare bene il nuovo anno!

Il “New Year’s Eve Jamboree” ha fatto il 'tutto esaurito' alla Rotonda a Mare di Senigallia.
Una serata fantastica, animata dai concerti dei francesi Smoky Joe Combo e degli italianissimi Ballroom Kings (davvero bravi!); si è anche ballato con le selezioni musicali dell'immancabile Dj Jean Cristophe in arte J”Swing Jive”C giunto direttamente da Parigi; purtroppo l'annunciata Dj Voodoo Doll (da Londra) ha dovuto dare forfait all'ultimo momento.
Bravissimi, poi, i maestri di ballo Enrico & Francesca e Enrico & Manuel che hanno deliziato gli spettatori con le loro evoluzioni in pista.

Per chi non c'era, ecco qualche modestissimo scatto...
(tutti gli altri sono sul blog dedicato e anche qua!)


Canon EOS 50D - Sigma 70-200 F2.8 APO EX DC HSM
1/160 - F2.8 - ISO640 @ 70 mm.