Google
 

martedì 29 settembre 2009

"Sahara" di Clive Cussler: impressioni a caldo

Clive Cussler - "SAHARA"

1865: scompare misteriosamente la corazzata Texas; 1931: improvvisa sparizione dell'aviatrice Kitty Mannock; 1996: una devastante marea rossa sta per sommergere il mondo e tutti i suoi abitanti. Un insolito e pericoloso tavolo da gioco: il deserto del Sahara. I giocatori sono tanti e pronti a uccidere pur di vincere: Zateb Kazim, spietato e avido di potere; Yves Massade, imprenditore senza scrupoli, assetato di ricchezza; Eva Rojas, affascinante e determinata a salvare il mondo. Ma c'è un solo uomo in grado di comporre le tre tessere del puzzle e a cambiare il corso della storia: Dirk Pitt.

prima ediz. 1995, 557 pagine, € 8,90
Traduzione di R. Rambelli
Editore TEA (collana Teadue)

Vuoi leggere un buon libro di avventura, da divorare pagina dopo pagina, che ti appassioni e ti faccia conoscere luoghi esotici e inesplorati, che racconti le gesta di un protagonista affascinante e coraggioso e che tragga spunto da eventi storici o leggende misteriose?
Basta scegliere tra uno a caso dei tanti romanzi di Clive Cussler e sarai soddisfatto! :-)

"Sahara" non è una novità (fu edito nel 1992), ma è uno dei migliori racconti dell'autore statunitense che abbia letto fin'ora; nel 2005 la storia è anche diventata un film con Matthew McConaughey nella parte di Dirk Pitt, Steve Zahn nella parte di Al Giordino e Penélope Cruz nella parte della Dott.ssa Eva Rojas.

I libri di Clive Cussler sono sempre molto ben curati per quello che riguarda le vicende storiche legate alla trama; c'è sempre un vecchio relitto navale da recuperare, un tesoro leggendario da riportare alla luce, una minaccia ecologica che rischia di spazzare via il genere umano dalla faccia della terra e... c'è sempre una sola persona che può salvare le sorti dell'umanità dalla catastrofe incombente e dal cattivo di turno: no, non è Superman, ma ci andiamo vicino! ;-)
Non vola e non ha super-poteri, ma ha fascino, astuzia e coraggio da vendere: il suo nome è Dirk Pitt, Direttore dei Progetti Speciali della N.U.M.A. (National Underwater & Marine Agency), che ne combina di tutti i colori sempre accompagnato da fedele amico Al Giordino.

La trama del racconto è avvincente, parecchio verosimile per le situazioni sia storiche che geografiche e per le problematiche legate all'inquinamento delle falde acquifere e dell'oceano Atlantico dovuto allo stoccaggio di rifiuti di origine nucleare nel sottosuolo del deserto del Mali.
Se un appunto si può fare è il "dover" per forza accumulare più misteri e situazioni (vedi la vicenda della corazzata "Texas" che poteva avere quasi spazio in un libro tutto per sé) e farle risolvere tutte al solito eroe di cui sopra.
Assurdità ed esagerazioni? Chissenefrega! Io adoro Dirk Pitt e sto già leggendo un'altra sua avventura! :-)

Questo il mio giudizio, ma cosa ne pensano gli altri lettori? Ecco qualche commento trovato in rete relativo a questo racconto, buona lettura!
P.S. il commento evidenziato è quello che mi è piaciuto di più! ;-)

Stupendo. Azione allo stato puro.

Fantastico... come tutti i libri di Cussler, che ho già letto tutti, almeno due volte. Non riesco a dare un giudizio su quale sia il mio preferito... ma amando moltissimo il personaggio di Al Giordino, amo tutti il libri in cui appare di più!! Il film mi è piaciuto molto, anche se per ovvi motivi cinematografici i personaggi sono un po' diversi da quelli descritti nei libri. Vedi sopprattuto Al che nel film è biondo!!! Ma coglie sicuramente il bellissimo rapporto di amicizia che lega i due protagonisti!!

E' il primo libro di Clive che leggo; niente di memorabile, poco suspance. Personaggi troppo stereotipati. Io Brad Pitt non lo sopporto proprio. Se questo é il migliore di Clive, non credo di leggere gli altri.

Assolutamente immancabile. Dopo aver letto tutti i libri di Cussler (ma rigorosamente solo le avventure di Dirk Pitt), e guardi quei 17 libri, pensi: "Qual'è quello che mi è piaciuto di più?", io rispondo subito Sahara. La storia, magistralmente raccontata, è un intreccio di leggenda e avventura. Bellissime le descrizioni, in particolare quella della traversata del deserto, e non manca mai una parte di narrazione su una nave (ormai caratteristico in Cussler). E' proprio perché sono un accanito lettore di Dirk Pitt che ho trovato che il film si discostava troppo dal libro. Quindi consiglio a tutti di godersi questo capolavoro come libro, e poi vedere il film per scorgere una divertente interpretazione del regista.

Ho letto quasi tutti i libri del GRANDISSIMO Clive Cussler e Sahara è senza dubbio il migliore. E' proprio tra le sabbie roventi del deserto che Dirk Pitt e il suo immancabile amico Al MAGICO Giordino danno il meglio di sè, fuggendo, nascondendosi, lottando, infine vincendo. Il libro ha un inizio formidabile e un finale IMMENSO con il ritrovo della Texas e del suo misteriosissimo tesoro. Ne hanno fatto un film e devo dire che non mi è piaciuto molto, ma l'immagine che il film ha dato di Dirk Pitt è sensazionalmente fantastica. Per quanto riguarda Giordino, invece, è meglio che non parlo. Ma signori, Al MAGICO Giordino è biondo???? Vorrei che Pitt e Giordino fossero reali, il loro mondo fosse reale. Penso che non sia possibile, che Pitt e Giordino sono unici e così rimarranno.

Comincio subito col dire che dirk pitt è il mio eroe preferito! detto questo ritengo che Sahara sia il suo 2° miglior romanzo e il film che è stato tratto dal libro sia uno dei migliori adattamenti cinematografici mai realizzati il libro si distingue per alta suspance narrativa e per l'innata simpatia dei due protagonisti: i battibecchi tra i due sono a mio parere uno degli elementi più divertenti dell'intera serie. tra le similitudini fatte a proposito di dirk pitt bisognerebbe a mio avviso agiungere quella con mecguyver (vi ricordate la vasca da bagno con il fuoribordo di Cyclops?) o l'aereo modificato per diventare una barca da deserto presentato in questa avventura la fantasia di dirk nell'inventarsi congegni sempre nuovi farebbe invidia a Jules Verne! infine onore al merito anche alle capacità guerriere del nostro Dirk le sue doti da spia part-time darebbero filo da torcere anche al leggendario 007, la mitica colt 45 automatica usata da Dirk in tutte le sue avventure si è meritata il secondo gradino del podio per l'arma più famosa dopo la walter ppk di 007 e la beretta di Philip Marlow!

Molto molto bello, tra i migliori di Clive. Grande avventura, sono davvero curioso di vedere il film.

E' stato il primo libro di Cussler che ho letto e con Tesoro lo classifico tra i più belli. Mi ha talmente presa che ho aspettato con ansia ogni sua nuova pubblicazione, senza contare che mi son procurata tutti i suoi romanzi, letti o meglio "bevuti" forse anche troppo velocemente. Sono stata anch'io dispiaciuta nel "vedere" Pitt e Giordino invecchiare e sostituiti da altri due "colleghi" creati a loro immagine e somiglianza. Comunque, belli ed avvincenti anche questi ultimi. Cussler.... nessuno può eguagliarlo. Sono mesi che aspetto... ma quando uscirà un'altro suo romanzo! non vedo l'ora.

e' un libro favoloso! ho letto quasi tutti i libri di clive cussler e questo è il migliore! il film rende benissimo dirk pitt ma la figura di al non è molto fedele al libro... nel film inoltre mancano dei pezzi (non trovano lincoln sulla corazzata Texas!!!!) a parte tutto sia il libro ke il film sono degni di nota....

Un vero capolavoro dell'avventura. Colpi di scena a ripetizione ambientati nella splendida cornice del deserto del Sahara. Il libro ha la straordinaria capacità di tenerti incollato dalla prima all'ultima pagina. Scritto con incredibile maestria, è sicuramente uno dei migliori libri di Clive Cussler. Davvero consigliato.

un bel libro.un buon ritmo e una bella ambientazione.il solito grande clive/dirk pitt

Sahara è sicuramente uno dei libri migliori scritti dal grande Clive. La storia è ricca di azione ed è appassionante e quando cominci a leggerlo è difficile fermarsi. Consigliato a tutti gli amanti dell'avventura e della suspence

il libro non è male anche se secondo me non è il migliore di cussler come molti dicono.. lo metterei sullo stesso piano de "l'oro dell'inca" e un gradino sotto a "tesoro".. cmq leggetelo non vi annoierete...

Premetto, ho letto il libro tutto di un fiato e ho trovato la trama molto avvincente e piena di colpi di scena. Uno dei migliori libri di Cussler. Perché dunque dô un 3. Per il fatto della corazzata Texas e di Lincoln. Tutta questa parte della storia non ha niente a che fare con il racconto, non è legata alla trama, ed è completamente fuori posto. Si poteva lasciar via tale e quale (infatti sono due capitoli a sè stanti) e la storia non ne avrebbe risentito. Voto 3/5

Scrittura troppo leggera. Azione da b-movie. Situazioni al limite del comico. Ma Clive è soprattutto nel suo ideale di eroe che straborda gli argini del decoroso. Pitt, non solo non sbaglia mai, ma è attraente come pochi sul pianeta, coraggioso come forse solo alcuni riescono ma sotto l'effetto di stupefacenti, riesce ad essere creatore di cose che nella storia sono sfuggite ai piu', serio portatore di teorie salutari per il globo come nemmeno gli scienziati piu' accreditati sanno essere, capace di cambiare la storia passata e presente, in grado di destreggiarsi con armi di qualunque tipo, con un senso dell'onore e del giusto molto al di la' dei canoni internazionali, assolutamente immune ai soldi, in grado di scherzare con la morte una decina di volte nell'arco di un mese, e alla fine ci scappa la gita fuori porta con la scienziata da sogno. Mah...... se Cussler è scrittore di livello, considerando anche solo il settore avventura, io entrerò nella storia della letteratura.

Premetto che sono una grandissima fan di Dirk Pitt. Leggere le sue avventure mi rilassa e mi permette di staccare la spina. Questo forse è il suo libro più bello oppure quello che preferisco di più. Lo consiglio vivamente a tutti.

Dopo aver letto "Il serpente dei Maya" ed esserne stato veramente entusiasta, ho voluto provare ancora Cussler. Il libro è piacevole e scorrevole, molta (forse troppa) azione, anche se in certi frangenti la prevedibilità di alcune situazioni è quasi scontata. Anche certe iniziative ben riuscite "degli eroi" sono un po' forzate.... Complessivamente comunque non ci si annoia e la lettura procede spedita (anche se mi aspettavo qcs di più). Giudizio invece negativo sul film, che segue veramente poco il romanzo e ne tralascia una gran parte.

Il caro vecchio Dirk con il fedele aiutante Al questa volta al posto dell'Oceano (che un po' mi e' mancato) cercano guai nel deserto, ma come il miglior McGiver, ne escono sempre alla GRANDISSIMA! Le azioni sono sempre piu' miracolose, ma non c'é da meravigliarsi, il Cussler-dipendente (che si ritaglia pure una parte nel romanzo) vuole proprio questo. Continua così e alla prossima "gita". Per gli amanti dell'avventura estrema. Ps: il film non c'entra proprio niente, ma a me va bene così: almeno non mi sono rovinato il libro.

Amo i libri d'avventura. Ho letto tempo fa ONDA D'URTO e non mi aveva entusiasmato. Ho appena finito di leggere SAHARA e Cussler ancora non mi ha convinto: il libro sembra essere superficiale, per ragazzi di 16 anni, troppo semplicistico nei suoi passaggi. Non è questa l'avventura che cerco, anche se, al contrario di alcuni che odiano Pitt e AL, a me potrebbero pure piacere; ma il libro è scarso e immeritato il voto medio che ha e che mi ha spinto a leggerlo. Sarà che anch'io sono abituato al grande WILBUR SMITH, le cui storie hanno ben altro valore. Comunque voglio dare altre possibilità a Cussler. Ho infatti comprato TESORO, L'ORO DELL'INCA, SALTO NEL BUIO e ATLANTIDE sperando che siano migliori.


Leggi qua le mie altre recensioni dei romanzi di Clive Cussler.

lunedì 28 settembre 2009

ecco i vincitori del concorso fotografico di "Rosemania"

Ricordate il concorso fotografico di Rosemania, il blog dedicato al mondo delle rose e "per chi ama anche le spine" del giornalista senigalliese Michele Pinto?
L'annuncio era qui, ed ora che il concorso è giunto al termine è possibile ammirare le foto vincenti per ogni categoria direttamente sul blog di Michele.

Il primo premio è stato conquistato da Maria Teresa Carniti, con questa bellissima immagine:


Chissà che non le abbia portato fortuna l'intervista pubblicata lo scorso giugno su "Dentro al Replay"? ;-)

giovedì 24 settembre 2009

mercoledì 23 settembre 2009

Fotologie in Archivio: "Breve storia di un fotografo di paese"

Segnalo l'uscita su Fotologie dell'articolo di Simona Guerra "Breve storia di un fotografo di paese: l'archivio Alvaro Stoppani di Morro d'Alba".
Buona lettura!

Alvaro Stoppani, figlio di un maestro elementare, nasce a Morro d’Alba il 20 giugno del 1900. Parlare soltanto della sua attività di fotografo - anche se questa é stata più volte riconosciuta come importante, mi sembra alquanto riduttivo. Egli infatti nella sua vita è stato un precursore di tutte le novità del XX° secolo. Sempre attento all’evoluzione tecnologica, ha cercato di renderne partecipe il suo paese natale, così che per le sue mani sono passate le seguenti attività: la fotografia, la corriera, il cinema, la radio, l’amplificazione sonora, il registratore, la stereofonia, gli incontri di box, l’attività commerciale di ferramenta. [...]

(leggi l'intero articolo)

lunedì 21 settembre 2009

una domenica mattina a spasso per "Pane Nostrum 2009"

Pane Nostrum, festa internazionale del pane
IX edizione
Senigallia, 17-18-19-20 settembre 2009


Canon EOS 50D - Sigma 10-20 F4-5.6 EX DC HSM
1/160 - F11 - ISO100 @ 10 mm.

Canon EOS 50D - Sigma 10-20 F4-5.6 EX DC HSM
1/200 - F10 - ISO100 @ 10 mm.










lunedì 14 settembre 2009

in copertina su "Dynamite!" #61

Notizia fresca fresca: il numero 61 del magazine tedesco "Dynamite!" (the world of Rock'n'Roll) in uscita il 25 settembre 2009 avrà in copertina un fantastico ritratto di Nick Curran e ben sei pagine dedicate al Summer Jamboree.
Peccato che la rivista sia pubblicata solo in lingua tedesca...


P.S. il ritratto di Nick... l'ho fatto io!! :-)

lunedì 7 settembre 2009

la Croazia vista col 10 mm.

Croazia, 24-30 Agosto 2009
Attrezzatura: Canon 450D e Sigma 10-20


Canon EOS450D - Sigma 10-20 F4-5.6 EX DC HSM
1/250 - F9 - ISO100 @ 10 mm.

Canon EOS450D - Sigma 10-20 F4-5.6 EX DC HSM
1/250 - F11 - ISO100 @ 10 mm.