Google
 

venerdì 27 giugno 2008

Fotografi nel web #38: Aldo Feroce



Aldo Feroce: chi è?
Nel 1978, finiti gli studi, decisi che dovevo iniziare una strada. Iniziai partendo da quella che più mi piaceva, ma poi mi accorsi che la realtà era ben altra. Il caso volle che iniziai a lavorare come assistente di volo, e quello di fotografo rimase un sogno nel cassetto che però praticai come "libero professionista" dedicandomi per 15 anni a servizi di matrimoni.

Quando hai iniziato a fotografare?
Nel 1975 comprai per l'occasione una Zenit russa nuova pagandola 30.000 lire... ancora sento il suo odore.

Quale genere ti piace maggiormente fotografare?
Il genere che maggiormente mi piace fotografare è il reportage, ma anche questo è un altro sogno nel cassetto, credo che il genere che mi riesce meglio però sia il ritratto, anche esso mi dà grandi soddisfazioni.

Hai fatto qualche corso di fotografia?
No mai, purtroppo aspetto la pensione per fare tutto quello che non ho potuto fare prima, la frequenza è il mio grande limite.

Quali sono i fotografi del passato e del presente che più apprezzi?
Quelli più significativi sono nel genere nudo e sono
Jeanlopp Sieff e Robert Mapplethorpe.

Che attrezzatura fotografica hai usato nel passato, e quale stai attualmente utilizzando?
Ecco, questa è la svolta. In passato, e non tanto lontano fino al 2003, ho usato solo macchine manuali e mai autofocus, ho lavorato con Hasselblad che ancora custodisco gelosamente e Nikon manuali; ora al digitale ho iniziato con la Nikon D70 e poi ho ricevuto in regalo per i miei 50 anni una D200... ottiche varie di ogni genere e di buon qualità.

Qual è lo scatto al quale sei particolarmente legato?
Questo è il primo significativo scatto... fu quello che mi diede lo slancio e la motivazione giusta!

Quali sono i tuoi progetti attuali e quali quelli per il futuro?
Progetti futuri sono quelli che vorrei dedicare del tempo alla fotografia come motivazione centrale. Non vorrei scattare "random" come sto facendo ora... vorrei dedicarmi più seriamente e ad uno specifico progetto 'no Profit'.

Hai mai esposto le tue immagini in mostre fotografiche personali o collettive?
Si, in passato, nei primi anni 80, ad una manifestazione 'foto show' che si teneva nientemeno che al palazzo dei Congressi a Roma. Un critico, Wladimiro Giacomelli, vide le foto (3), una delle quali era quella alla quale io sono maggiormente legato, e volle esporle per la durata della manifestazione... io allora 20enne ero lusingato e non mi tenevo!

Hai mai avuto riconoscimenti in concorsi fotografici o pubblicazioni delle tue foto su libri o riviste?
Si, ma non sono cose recenti...

Quanto tempo dedichi alla fotografia?
Negli ultimi 3 anni mi sto divertendo molto, non credevo che la passione potesse sbocciare così tanto e allora le sto dedicando molto tempo, anzi troppo come qualcuno in famiglia asserisce!

Raccontaci un episodio curioso o simpatico durante una sessione fotografica.
Forse il più "simpatico" fu quando durante le foto ad una sposa la mamma della stessa, al ristorante, si rivolse a me dicendomi che le avevo rovinato il giorno più bello della sua vita... impiegai del tempo per capire, ma era un messaggio in codice rivolto al genero... la signora lo rivolse a me per attaccare lui!!!

Quando rivedi i tuoi vecchi scatti cosa pensi?
Quanti errori tecnici, ma quanto cuore!

Dove sono pubblicate, sul web, le tue foto?
http://www.altphotos.com/Gallery.aspx?&a=MemberGallery&memberid=12496
http://www.micromosso.com/galleria/thumbnails.php?album=lastupby&uid=533
http://www.photo4u.org/album_personal.php?user_id=17426
http://www.oltrelafoto.com/mk/forum/album.php?user_id=272&mode=list&mnu=2
e sul mio sito personale: http://aldoferoce.freehostia.com/

Un pensiero a chi si avvicina ora al mondo della fotografia.
Ci vuole pazienza, tanta pazienza...









Fotografie: © Aldo Feroce

Vuoi chiudere con un saluto o un ringraziamento?
Grazie al web negli ultimi anni ho potuto conoscere ed apprezzare molte persone, molti spazi web che mi hanno ospitato a loro va un saluto ed un ringraziamento.

5 commenti:

  1. salvatore altobelli27 giugno 2008 21:39:00 CEST

    Aldo, io penso che tu sia uno di quelli che riesce a far foto di nudo in maniera così elegante e pulita da renderle ben oltre il glamour...Le tue foto sono poesia allo stato puro, straordinarie e mai banali. Ed ovviamente non mi riferisco solo al nudo...Un abbraccio, Sa

    RispondiElimina
  2. ...la storia della suocera al ristorante merita di essere approfondita :-).

    RispondiElimina
  3. caro Aldo, la tua intervista fa trasparire tanta umiltà ma anche tanta meticolosità. I tuoi scatti sono tanti piccoli insegnamenti, e un vero fotografo dovrebbe essere proprio come te.
    Cinzia

    RispondiElimina