Google
 

mercoledì 28 ottobre 2009

Fotografi nel web #92: Daniele Meschini (Dani Mesk)



Daniele Meschini: chi è?
Fotografo per professione, per passione o quale altra definizione ti si addice di più?

Daniele Meschini, meglio conosciuto in rete come Dani Mesk. Mi definirei piuttosto "fotografatore" appassionato.

Quando hai iniziato a fotografare?
Nella seconda metà degli anni 80, con una reflex manuale.

Quale genere ti piace maggiormente fotografare?
All’inizio, come tanti, ho iniziato con la fotografia paesaggistica, agevolato dalla bellezza della natura e architettonica della zona in cui vivo, la Maremma Toscana. Ultimamente alterno la fotografia di reportage musicale, visto che sono un appassionato di musica e seguo tutti i concerti della mia zona, con il ritratto ambientato, composizioni concettuali in ambiente horror dark gothic, ovviamente con un cospicuo uso di programmi di fotoritocco.

Hai fatto qualche corso di fotografia?
No, ho solo letto alcuni libri e seguito i consigli di fotografi più esperti, adesso seguo molto le nuove tecniche su internet.

Quali sono i fotografi del passato e del presente che più apprezzi?
Mi piacciono i classici Ansel Adams, Cartier Bresson e così via... anche se nessuno di questi è fonte di ispirazione. Di quelli attuali apprezzo alcuni artisti che ho conosciuto tramite la rete anche se non conosciuti magari a livello mondiale, sono per lo più dell'Europa dell’est e dei paesi scandinavi, fra questi, i giovani Andrzej Dragan e Renè Asmussen. E nel campo della digital art Ben Gossens.

Che attrezzatura fotografica hai usato nel passato, e quale stai attualmente utilizzando?
In passato ho utilizzato attrezzatura Canon, negli ultimi anni sono passato a Nikon. Attualmente utilizzo due reflex con obiettivi e zoom che coprono una larga focale da 10 a 400 mm.

Qual è lo scatto al quale sei particolarmente legato?
Ce ne sono molti, è difficile fare delle scelte, dal punto di vista emotivo potrei segnalare questo:


E' stato fatto al volo di notte alla fine di una partita di baseball e secondo me è molto significativo di come dovrebbe essere lo sport.

Quali sono i tuoi progetti attuali e quali quelli per il futuro?
Ho un paio di progetti in cantiere sul tema del ritratto ambientato, in più devo preparare un'esposizione di foto di concerti musicali.

Hai mai esposto le tue immagini in mostre fotografiche personali o collettive?
Si, ho fatto diverse mostre in questi ultimi anni sia a livello personale che a livello collettivo con il mio gruppo, il photodigitalgrosseto. Allego qualche link più recente:
INCUBUS
IL BIANCO
DAL TRAMONTO ALL'ALBA

Hai mai avuto riconoscimenti in concorsi fotografici o pubblicazioni delle tue foto su libri o riviste?
Si, ho partecipato e vinto diversi concorsi e avuto qualche pubblicazione su siti importanti. Su tutti, il concorso fotografico della Regione Toscana e la pubblicazione sulla home page di Repubblica.

Quanto tempo dedichi alla fotografia?
Tanto, gran parte del mio tempo libero.

Raccontaci un episodio curioso o simpatico legato alla tua esperienza.
Nell’estate del 2005 in vacanza sulla costa ligure, mentre facevo degli scatti di strada, ho ritratto una ragazza sconosciuta mentre stava passeggiando... Dopo 4 anni in vacanza a Dubai ho ritrovato quella stessa ragazza casualmente, mi sono ricordato di quello scatto, e non ti immagini la sorpresa della stessa quando lo ha visto! :-)

Quando rivedi i tuoi vecchi scatti cosa pensi?
Penso che dovrei cancellarli. :-) Soprattutto quelli a pellicola.

Dove sono pubblicate, sul web, le tue foto?
Ho un sito personale: www.danimesk.com
Inoltre pubblico e ho pubblicato su tante community fotografiche, sono tutte elencate nella home page del mio sito.


Un pensiero a chi si avvicina ora al mondo della fotografia.
Cercare di fare le cose con passione e poi qualcosa di buono verrà sicuramente fuori.








Fotografie: © Daniele Meschini

Vuoi concludere con un saluto o un ringraziamento?
Un saluto a tutti gli appassionati di questo affascinante mondo.


Leggi l'intervista anche su: Fotografi nel Web

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento