Google
 

giovedì 31 maggio 2007

foto di copertina CD musicale


La sorpresa è arrivata ieri per posta, da Palermo.
Dentro c'era un CD di canzoni sacre interpretate da Debora Marino, la "modella per caso" protagonista di questo post di qualche giorno addietro.
Sulla copertina c'era quella mia foto che le feci a Verona quasi due anni fa, e sul retro c'è il mio nome: anche se quel CD non avrà né il successo né la diffusione di chi vende milioni di copie, già il fatto di aver ricevuto questa proposta di collaborazione è per me una bella soddisfazione.
E poi le scale si iniziano sempre facendo il primo gradino, no?

Ecco alcune foto che ho scattato immediatamente dopo aver tolto il cellophane: fronte, retro, interno, libretto dei testi... è proprio un album vero!! :-)







Qualche tempo le scrissi chiedendole: "cosa fai nella vita?"
Riporto, tanto per far capire quale sensibilità abbia questa ragazza, la sua risposta:

"Ho 31 anni e faccio la psicopedagoga specializzata in psicologia giuridica, mi occupo di emergenza all'infanzia, segnalazioni piuttosto delicate, abusi minorili, maltrattamenti e spesso allontanamenti dal nucleo familiare... chi più ne ha più ne metta.
Un lavoro che adoro e che faccio con passione, per me è una missione che Dio mi affida ogni giorno.... ci vuole uno stomaco forte e tanta pazienza miscelata con amore e una buona capacità di ascolto.
Ogni giorno imparo qualcosa dalla vita e ringrazio Dio perchè è nel dare che mi sento ricca.... sostenere chi soffre non è facile ma se ti senti capace di portare e dividere i pesi degli altri perchè non farlo?
Si può sempre ricominciare, è la volontà che fà l'uomo piccolo o grande ed quello che dico sempre ai miei ragazzi... per riscattare le loro vite e la loro dignità; forse è anche per questo che mi ispiro a dei testi che vivo, sento e parlano della vita e del dolore di chi soffre e può essere guarito nell'anima dall'amore di Colui che ha dato la Sua stessa vita per noi (musica cristiana); mi ispiro un pò a testi gospel, non canto con un gruppo, sono una solista accompagnata da un eccellente pianista (Giuseppe Alfano)."
- Debora Marino -

Debora si sposerà il prossimo anno con Giovanni, faccio loro i miei auguri più sentiti aggiungendo, naturalmente, anche i complimenti per la bella voce!

mercoledì 30 maggio 2007

fotografia: specchio della realtà?

Apro questo post per portare un esempio di come noi, con la fotografia, possiamo decidere 'quale realtà' mostrare agli altri: siamo liberi di scegliere se mostrare il lato positivo o negativo di un determinato ambiente, e dar vita a storie completamente differenti partendo da uno stesso contesto.
Insomma, si può decidere di raccontare ciò che noi vogliamo, o nascondere storie che non vogliamo siano raccontate, semplicemente scegliendo dove e come puntare l'obiettivo della nostra fotocamera.

Ho scattato le due foto che seguono sulla stessa spiaggia, nello stesso giorno, alla stessa ora (i dati exif che riporto danno uno scarto di circa un minuto e dieci l'uno dall'altro); ho solamente ruotato di 90°
la fotocamera sia in senso orizzontale che verticale.
Ed ho rappresentato due 'realtà' completamente differenti l'una dall'altra.


Sony DSC-F717 - 1/400 - F4.0 - ISO100 - Cokin circular polarizer 58 mm.
30 maggio 2005 - ore 16:46:09

In questa prima immagine un tappeto di conchiglie guida lo sguardo fino al mare sovrastato da un cielo con nuvole striate, dove due bambine in atteggiamento curioso sembrano cercare di buttare uno sguardo 'oltre l'infinito'.
Foto poetica e sognante (esageriamo, dài), buona ('perfetta' sarebbe un aggettivo eccessivo) da usare come immagine pubblicitaria per una tranquilla cittadina di mare che desideri attirare turisti desiderosi di rilassarsi dallo stress cittadino.


Sony DSC-F717 - 1/200 - F4.0 - ISO100 - Cokin circular polarizer 58 mm.
30 maggio 2005 - ore 16:48:20

Questa seconda immagine rappresenta l'esatto opposto della prima: non c'è il tappeto di conchiglie a guidare lo sguardo 'oltre l'infinito' ma una bella ciabatta da spiaggia abbandonata, per giunta immersa nella schiuma lasciata dalla risacca che dà quel bel senso di acqua sporca e maleodorante, alla faccia del mare premiato da 11 bandiere blu.
Non ci sono le bambine curiose sulla riva, ma un bel secchio di plastica spaccato, abbandonato o portato a riva dalla mareggiata.
Solo la linea dell'orizzonte è la stessa, così come il cielo con le stesse nuvole striate (ulteriore prova che lo scatto è stato fatto proprio di fianco alla prima foto).
Tra l'altro, è una bella coincidenza trovare i due relitti così vicini tra loro, e comunque non è proprio il caso di usare questa immagine per una campagna di promozione turistica.

Pur essendomi trovato in una situazione tutto sommato comune, su una spiaggia in presenza di bambini e oggetti abbandonati sulla battigia, ho scelto di inquadrare separatamente il bello e il brutto, la poesia e il degrado, raccontando con le due immagini due diverse storie.
Ho scelto io quale storia raccontare.

Se solo avessi fatto cinque o sei passi indietro avrei potuto riprendere insieme tutti gli elementi in un unico fotogramma, e probabilmente sarebbe venuta fuori un'ulteriore storia, ma sicuramente nemmeno questa avrebbe giovato più di tanto all'immagine turistica della tranquilla cittadina di mare...

martedì 29 maggio 2007

rifornimento in volo

Per la serie: l'uomo si rispecchia nella natura.

Questa "macroglossa stellatarum" (di città) è costretta a ciucciarsi un po' di fiori al volo, senza nemmeno concedersi il tempo di sedersi a tavolino.
Non solo noi uomini (di città) siamo costretti a vivere una vita all'insegna dei ritmi frenetici...

Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/400 - F7.1 - ISO100 @ 300 mm.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/400 - F7.1 - ISO100 @ 300 mm.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/500 - F8.0 - ISO100 @ 300 mm.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/500 - F8.0 - ISO100 @ 300 mm.

adriatic surfers

Chi ha detto che il surf da onda si possa praticare solo alle Hawaii??
Basta accontentarsi delle onde che passa il convento, e anche sull'Adriatico ci si può divertire!

A Senigallia il surf è praticato al molo di levante, ed è nata anche un'associazione di appassionati di questa pratica molto spettacolare.

In attesa del Big Wednesday...


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/640 - F9.0 - ISO100 @ 300 mm.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/800 - F10 - ISO100 @ 300 mm.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/500 - F8.0 - ISO100 @ 149 mm.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/800 - F10 - ISO100 @ 300 mm.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/1.000 - F11 - ISO100 @ 300 mm.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/1.000 - F10 - ISO100 @ 214 mm.

lunedì 28 maggio 2007

2° concorso fotografico "Senigallia in un clic"

Nell’ambito della XIII edizione della Festa del Rione Porto, che avrà luogo a Senigallia nei giorni 27–28–29 luglio 2007, l’Associazione Culturale Rione Porto ripropone il concorso fotografico “Senigallia in un clic” che già ottenne favorevoli consensi lo scorso anno e che vide primo classificato il senigalliese Antonio Rossi.

La qualificata giuria che esaminerà le opere inviate è composta da:
Ferruccio Ferroni – maestro della fotografia italiana (FIAF)
Aristide Salvalai – fotografo
Marco Lion – amante della fotografia e critico fotografico


Il regolamento del concorso 2007 prevede qualche piccola modifica rispetto a quello precedente, eccone riportato il testo integrale:

1) - Il concorso fotografico è promosso dall'Associazione Culturale Rione Porto di Senigallia. La partecipazione al concorso è completamente gratuita e prevede che il concorrente presenti n.3 fotografie.


2) - Le opere in concorso dovranno essere inedite ed avere per tema la città di Senigallia in qualsiasi suo aspetto: monumentale, ambientale, sociale e culturale.

3) - Le foto dovranno avere un formato non inferiore a cm. 18x24 e dovranno essere montate singolarmente su cartoncini delle dimensioni di cm. 30x40.

4) - Ogni foto porterà indicati, sul retro del cartoncino: nome dell'autore, titolo dell'opera e anno di realizzazione.

5) - I concorrenti sono personalmente ed esclusivamente responsabili di quanto rappresentato nelle proprie foto. L'Organizzazione, a suo insindacabile giudizio, potrà tuttavia decidere di non ammettere al concorso opere dal contenuto contrario al buon costume.

6) - Le opere dovranno essere consegnate entro e non oltre la data del 14/07/2007 presso la sede dell'associazione, sita in Piazzatta S. Maria del Ponte del Porto n.1 ed aperta dal lunedì al venerdì, dalle ore 18,00 alle ore 19,00.

7) - Le foto saranno esposte in Via Carducci nei giorni 27-28-29 luglio 2007, in occasione della XIII Festa del Rione Porto, durante i quali verranno esaminate dalla giuria.

8) - La giuria del Concorso Fotografico 2007 è composta da: Ferruccio Ferroni, Aristide Salvalai, Marco Lion.

9) - La premiazione avrà luogo domenica 29/07/2007 alle ore 19,00 in Via Carducci. Ai primi tre classificati saranno assegnati i seguenti premi:
  • 1° classificato: trofeo
  • 2° classificato: targa
  • 3° classificato: targa
A tutti i partecipanti sarà comunque donato un oggetto ricordo della manifestazione.


Ogni eventuale ulteriore informazione potrà essere richiesta al 346.2105195

domenica 27 maggio 2007

presentazione rivista "Graffiti"

Si è tenuta venerdì 25 maggio, presso l'aula magna del Liceo Classico "G. Perticari" di Senigallia, la presentazione della rivista "Graffiti", della quale avevo già parlato in questo post.
Ho partecipato anch'io, dopo aver ricevuto l'invito quale unica testimonianza esterna sulla rivista (sono mie, infatti, due foto presenti all'interno) oltre ai ragazzi della IV D che l'hanno realizzata.

L'incontro è stato aperto dai saluti del Preside, prof. Giuliano Bonvini, che ha poi ceduto la parola alla prof.ssa Luisa Gasperini, la quale ha illustrato le finalità del progetto, le modalità di realizzazione e le esperienze sperimentate dai ragazzi.


Sono stato poi invitato a salire sul palco, da dove (leggermente impacciato, lo confesso, ma la platea era ben nutrita) ho ringraziato per l'invito ricevuto nel collaborare (pur se passivamente) alla realizzazione della rivista, mi sono complimentato con i ragazzi ed ho espresso un pensiero sulle possibilità che si hanno con la fotografia, nel riprendere momenti di vita di città, di selezionare ciò che noi vogliamo far vedere, valorizzando o escludendo elementi sia di bellezza che di degrado.

A seguire la parola è stata lasciata ai ragazzi, che hanno relazionato, ciascuno per il proprio articolo pubblicato, sulla realizzazione, sulle difficoltà e sui risultati positivi della loro esperienza.



Era presente, come invitato speciale, anche il fotografo/regista Lorenzo Cicconi Massi, che ha intrattenuto l'attenta platea parlando della sua esperienza fotografica e del percorso formativo seguito nel raggiungere i suoi obiettivi.




Ringrazio, a conclusione di questo (scarso) resoconto sulla manifestazione, la gentilissima Alessandra Antognoni, studentessa della IV D del Liceo 'Perticari' che ha attivamente partecipato alla realizzazione della rivista "Graffiti", per avermi fornito le foto della conferenza stampa.
per la cronaca: Alessandra è la ragazza a destra con le riviste in mano :-)

contest "vicino" di Photo4u

Il tema del contest mensile di Photo4u questa volta era: "vicino".
Come nell'occasione dello scorso contest "aria", la traccia assegnata lasciava spazio a numerose interpretazioni, ma il rischio di cadere nel banale era dietro l'angolo.

Tra le numerose idee per la realizzazione dello scatto c'erano:
- una coppietta che si bacia sulla riva del mare (foto realizzata, anzi, "rubata", ma non mi convinceva)
- una mamma con la sua bimba abbracciati, di spalle (foto realizzata ma scartata perchè faceva pena)
- un fiore ripreso da molto molto vicino (una macro, fatta ma scartata perchè "bella" ma insignificante)

E allora?
Stavo già pensando di saltare il contest, quando mi si presentò l'occasione di fare delle foto ad una cerimonia in monastero.
Rivedendo gli scatti al pc, mi colpì questa immagine e scelsi lei.

Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/60 - F4.0 - ISO1.600 @ 119 mm.

Vicino: vicino nella fratellanza, vicino nella preghiera, vicino nella fede, vicino a Dio...

Ecco la classifica ufficiale dopo la votazione degli iscritti al sito e il premio della critica pubblicato sulla rivista FotoCult.

Poca gloria (anche stavolta).

sabato 26 maggio 2007

Arrivate a Los Angeles le foto di Mario Giacomelli

Senigallia si conferma ancora una volta, anche a livello internazionale, una capitale della fotografia d’arte.
Lo spedizioniere incaricato dall’Istituto italiano di cultura di Los Angeles ha prelevato nei giorni scorsi le fotografie di Mario Giacomelli, che sono state selezionate dal direttore del Museo comunale d’arte moderna di Senigallia, prof. Bugatti, per essere esposte nella grande mostra di Los Angeles, che verrà inaugurata il 31 maggio, nel prestigioso spazio espositivo dell’Iic, lo stesso che aveva ospitato nei mesi scorsi la mostra del famoso pittore e scultore Lucio Fontana.

Il Museo Comunale d’arte moderna di Senigallia e la Mediateca delle Marche hanno inviato all’ Istituto italiano di cultura di Los Angeles anche il documentario, curato dal regista Massimo Angelucci Cominazzini, realizzato, per Artesettima, lo scorso anno nell’ambito di un laboratorio sulle tracce di Mario Giacomelli.
Il documentario, che comprende un’intervista alla figlia di Mario Giacomelli e che è stato presentato al Musinf in occasione della notte dei musei, verrà dotato, negli Usa, delle sottoscritte in inglese e proiettato nel teatro dell’Istituto italiano di cultura, in occasione dell’apertura della mostra che resterà aperta a Los Angeles, sino al 31 agosto e verrà poi spostata in varie città americane per concludere il tour con un’esposizione curata dall’istituto italiano di cultura di New York in occasione della Biennale di New York, nel febbraio 2008.

Francesca Valente, direttrice dell’Istituto italiano di cultura di Los Angeles ha anche chiesto alla direzione del Musinf di mettersi in contatto con Katiuscia Biondi, nipote di Giacomelli per verificare la possibilità di programmare, con un editore americano, la pubblicazione, in lingua inglese, di una monografia sul tema del rapporto di Mario Giacomelli con grandi artisti contemporanei come Burri e Rotella.
Nel frattempo, a dimostrazione del grande lavoro culturale in atto attorno alla figura di Mario Giacomelli, la Mediateca delle Marche ha pubblicato e presentato alla Fiera del libro di Torino un volume dedicato alle interviste di un’altra nipote di Giacomelli, Simona Guerra.
Il libro è intitolato “Parlami di lui – voci su Mario Giacomelli” con interviste a personalità di rilievo della fotografia contemporanea, come Scianna, Berengo-Gardin, Ferroni, Camisa, Colombo, Branzi, Manfroi, de Biase, Premunian, Biagetti.
Sarà nelle librerie nazionali nei prossimi giorni, visto che la Mediateca delle Marche distribuisce le sue edizioni con Feltrinelli.

Fonte testo: VivereSenigallia

venerdì 25 maggio 2007

mutazioni genetiche?

Le conseguenze dello sversamento di idrocarburi avvenuta lo scorso 4 aprile dalla raffineria Api di Falconara continuano a farsi sentire sulla spiaggia di velluto.
Dopo la pulizia della spiaggia dai residui di catrame portati dalla mareggiata dei giorni scorsi, un nuovo problema, ben più grave e che va oltre il 'semplice' rischio ambientale, si prospetta all'orizzonte.
Sul caso stanno già lavorando i reparti speciali dei Polizia e Carabinieri, ma richieste di assistenza scientifica sono già state inoltrate dalle autorità italiane agli studiosi del CNR e al Centro Mondiale Studi Oceanografici (l'arrivo degli illustri luminari è previsto in settimana).
Il sospetto è che tra le sostanze disperse in mare potrebbe esserci stato qualcos'altro oltre ai semplici idrocarburi grezzi: un dirigente della società dei petroli responsabile dello sversamento (che ha voluto rimanere giustamente nell'anonimato) ha parlato di sostanze modificate con elementi organici di non si sa bene quale derivazione, ma che potrebbero avere conseguenze devastanti a seguito di un contatto prolungato con la fauna marina.
Tra le ipotesi si è accennato anche ad esperimenti realizzati in collaborazione con reparti segreti della NASA su campioni di batteri derivati da alcune rocce di origine spaziale (frammenti di meteoriti residui di esplosioni di supernova raccolti nelle numerosi spedizioni dello Shuttle alle quali ha collaborato anche l'Agenzia Aerospaziale Europea).

Ma alcune fonti ancora più fantasiose tendono a legare la vicenda con i noti fatti di Roswell e dell'Area 51, ma il sospetto è che si tratti di un evidente tentativo di depistaggio delle indagini.

Potrebbe quindi essere questa la causa dell'apparizione del misterioso frutto di mare rinvenuto alcuni giorni or sono sulla spiaggia di Senigallia dal sottoscritto, e del quale ho già dato testimonianza.

Ma ora un nuovo, clamoroso, rinvenimento va ad ampliare la casistica e ad ingrossare la portata del danno ecologico.
Ecco la testimonianza fotografica dell'incontro con una nuova specie nata a seguito dell'ormai triste dell'incidente: un pesce palla OGM.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/400 - F7.1 - ISO100 @ 300 mm.

Seguirò l'evolversi della vicenda in prima persona e pattuglierò costantemente la spiaggia per testimoniare l'eventuale ritrovamento di nuove forme di vita, in attesa di avere notizie più dettagliate dalle autorità competenti.
State sintonizzati! ;-)

(comunicato di servizio: questo non è un blog serio, mai prendere per vero tutto quello che appare su un blog, questa è una vicenda di fantasia e non ho soldi da regalare a un avvocato per difendermi da eventuali cause per calunnia intentate dalla Società Api di Falconara, si fa per scherzare, ecc. ecc...)

giovedì 24 maggio 2007

strade di luce

Hai mai camminato sulla luce?

Ho visto persone capaci di farlo
e non erano angeli...

Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/1.600 - F5.0 - ISO100 @ 214 mm.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/1.000 - F11 - ISO100 @ 168 mm.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/1.000 - F11 - ISO100 @ 263 mm.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/1.250 - F10 - ISO100 @ 190 mm.


Canon EOS400D + Sigma 70-300 F4-5.6 APO DC macro
1/1.600 - F6.3 - ISO100 @ 214 mm.

mercoledì 23 maggio 2007

Personale di Lorenzo Cicconi Massi a Palazzo del Duca

Lorenzo Cicconi Massi
Canon EOS400D + Tamron 17-50 F/2.8 XR Di II

1/60 - F3.2 - ISO400 @ 50 mm.


E' stata inaugurata sabato 19 maggio al Palazzo del Duca a Senigallia la prima mostra personale di Lorenzo Cicconi Massi, intitolata "Viaggio intorno a casa".

Lorenzo ci accompagna in un viaggio poetico ed intenso in luoghi ogni volta unici e meravigliosi con l'entusiasmo di uno "che parte ogni volta per un lungo viaggio intorno a casa". In questo senso Cicconi Massi rappresenta la tradizione dell'insegnamento di Giacomelli e la sperimentazione e la ricerca di nuovi linguaggi per raccontare con intensità e poesia colline, sguardi, cose e persone.

Fotografo dal 2000 dell'agenzia 'Contrasto', è stato premiato quest'anno al Word Press Photo.
Fra i cinque italiani premiati troviamo infatti Lorenzo con la sua foto, classificata terza nella categoria "Sport features", che fa parte della serie realizzata a Pechino nelle scuole che preparano i giovanissimi a diventare sportivi professionisti.
Lorenzo Cicconi Massi, per conto della sua agenzia, la più importante a livello nazionale, si è recato nella megalopoli cinese nell’ottobre scorso, e seppur con le molte difficoltà causate dalla rigida burocrazia governativa, è riuscito a documentare il lavoro degli aspiranti campioni.
Ma Lorenzo è anche regista premiato nel 2005 al Fano International Film Festival, mentre il suo sogno nel cassetto è quello di mettere in circolazione il suo primo lungometraggio che ha come protagonisti Riccardo Scamarcio, Ennio Fantastichini e Antonio Catania.

"Viaggio intorno a casa" rimarrà aperta fino a domenica 3 Giugno dal Martedì al Venerdì dalle 17.00 alle 20.00 e Sabato e Domenica dalle 17.00 alle 22.00.

Fonte testi e foto: 60019.it

...............................................................


Oggi pomeriggio ho fatto un velocissimo giro alla mostra di Lorenzo, dove ho scattato al volo le foto che seguono, oltre all'immagine che lo ritrae in apertura.
Non avevo mai visto le sue immagini, a parte quella ormai famosa del World Press Photo, e devo dire che in quei pochi minuti ho sentito che stavo "respirando fotografia".
Alcune stampe sono meravigliose, dovrò trovare prossimamente un momento libero per poterle ammirare con tranquillità.

Complimenti vivissimi, Lorenzo, te lo dico con quel pizzico di sana invidia che aiuta tanto a crescere in fotografia! :-)


Canon EOS400D + Tamron 17-50 F/2.8 XR Di II
1/50 - F3.5 - ISO400 @ 26 mm.


Canon EOS400D + Tamron 17-50 F/2.8 XR Di II
1/50 - F3.5 - ISO400 @ 17 mm.


Canon EOS400D + Tamron 17-50 F/2.8 XR Di II
1/60 - F4.0 - ISO400 @ 17 mm.


Canon EOS400D + Tamron 17-50 F/2.8 XR Di II
1/80 - F4.0 - ISO400 @ 17 mm.


Canon EOS400D + Tamron 17-50 F/2.8 XR Di II
1/125 - F5.6 - ISO800 @ 17 mm.


Canon EOS400D + Tamron 17-50 F/2.8 XR Di II
1/125 - F5.6 - ISO800 @ 17 mm.


Canon EOS400D + Tamron 17-50 F/2.8 XR Di II
1/80 - F4.5 - ISO400 @ 32 mm.


Canon EOS400D + Tamron 17-50 F/2.8 XR Di II
1/100 - F4.0 - ISO400 @ 50 mm.


Canon EOS400D + Tamron 17-50 F/2.8 XR Di II
1/60 - F3.5 - ISO400 @ 50 mm.